Nuovo Consiglio Direttivo

data: 
Mer, 17/06/2015

Cari soci,

Vi comunico che in occasione dell'assemblea annuale tenutasi ad ARCO sabato scorso è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo della sezione che rimarrà in carica fino al 2018.

Le osservazioni di Italia Nostra al DDL Urbanistica

data: 
Mar, 16/06/2015

Sono state presentate le osservazioni di Italia Nostra al DDL Urbanistica (disegno di legge concernente "Legge provinciale per il governo del territorio", di cui si è tenuta l'audizione in commissione legislativa alle 15:30 del 16/06 2015. Potrete scaricare dagli allegati sia le osservazioni di IN sia il disegno di legge proviciale. 

Assemblea Ordinaria ed Elettiva 2015 - Arco, Hotel Olivo

Data: 
Sabato, 13 Giugno, 2015 - 09:30 - 17:00

Percorso

Hotel Olivo
via Roma, 2 Arco (TN)
Italy
45° 55' 3.4068" N, 10° 53' 0.8592" E

Cari amici, 

Nuovo elettrodotto Pergine - Marzola. Osservazioni di Italia Nostra

data: 
Ven, 20/02/2015

Nel dibattito in corso sul nuovo elettrodotto, che avrebbe un forte impatto nelle zone di Pergine e della Marzola, Italia Nostra propone una soluzione "intermedia" che prevede un interramento parziale della linea, nei tratti in cui è necessario salvaguardare la salute dei residenti e il paesaggio trentino.

Impianto Gasplasma alle Casotte di Mori: e il paesaggio?

data: 
Giov, 29/01/2015

L'ampio dibattito sul progetto dell'impianto per il trattamento dei rifiuti industriali alle Casotte di Mori è tutto concentrato sui possibili rischi ambientali del processo, trascurando totalmente il danno paesaggistico, che è certo e inammissibile.

Non è escluso che - con i debiti controlli - il processo gasplasma possa risultare una soluzione adeguata. Ciò che andrebbe esclusa a priori è la sua realizzazione nel bel mezzo della Vallagarina, consumando altro suolo inedificato, a vocazione agricola, mentre si è ormai perso il conto delle superfici dismesse all'interno delle zone produttive esistenti.

Viote: appello a Provincia e Comuni per la conservazione delle Caserme austro-ungariche

Italia Nostra, insieme a Legambiente, LIPU, Mountain Wilderness, PAN - EPPAA e WWF, ha inoltrato un appello agli Assessori provinciali competenti e ai Sindaci interessati, perché abbandonino l'ipotesi della trasformazione delle Caserme austro-ungariche delle Viote di Bondone in un lussuoso "Resort" (ennesimo scempio ambientale e paesaggistico e - al contempo - ennesimo sfregio al patrimonio storico e culturale) e si impegnino - invece - nella realizzazione del Parco naturale del Monte Bondone.

Condividi contenuti